Written by 

La danza come opportunità ad appannaggio di tutti con la categoria ‘Danza Inclusiva (Diversamente Abili)’

Rappresenta la possibilità di esprimere se stessi, il proprio io interiore, l’occasione di crescere nei rapporti interpersonali fino a diventare un’autentica terapia per disagi fisici e psicologici: il mondo della danza è ampio e variegato; talvolta inclusivo di diversità che vengono valorizzate ed elevate a peculiarità uniche e speciali.

È proprio per esaltare questo spirito della Danza (quella con la ‘D’ maiuscola) che IDA per la 15esima edizione di Expression International Dance Competition, tra i più autorevoli nel panorama europeo, ha introdotto una nuova categoria specifica dedicata alla danza praticata da persone con disabilità: "Danza inclusiva (diversamente abili)".

Nel pomeriggio di sabato 23 febbraio sul palco del Padiglione Basilica, i danzatori diversamente abili si esibiranno in formazioni di ballerini a coppie o gruppi, divisi solo per fasce d'età: piccoli, junior e over. In questa categoria sono ammessi tutti gli stili di danza. L'accesso al padiglione sarà allestito ad hoc senza alcuna barriera architettonica.

Al fine di incoraggiare l’iniziativa, l’organizzazione ha deciso di offrire la partecipazione gratuita al/alla concorrente con disabilità e l’ingresso in fiera sarà gratuito per lui/lei e l’accompagnatore. Per i danzatori senza disabilità che prendono parte alla coreografia, invece, le quote di partecipazione, che includono anche l'ingresso in fiera sono elencate nel Regolamento.

 

Un tema di grande attualità quello promosso da IDA, affrontato anche da Danzainfiera, l’appuntamento più grande in Europa dedicato alla danza, contenitore del Concorso Expression. Con il claim “Dietro ogni passo c’è una grande storia” (#storiedidanza), durante i quattro giorni della kermesse verranno presentate le esperienze di vita e professionali di ballerini e artisti, compresi quelli con difficoltà. È il caso di Chiara Pedroni, giovane cremonese disabile affetta da endometriosi, diventata campionessa di danza sportiva su sedia a rotelle o di Simone Sistarelli, ideatore del progetto Popping for Parkinson’s, che si propone di trasformare un sintomo negativo come il tremore in un linguaggio espressivo e artistico attraverso il Popping.

 

 

Read 278 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

INFORMAZIONI SUL CONCORSO

IDA International Dance Association
via Paolo Costa 2, 48121 Ravenna (RA)
Tel. +39 0544 34124
fax +39 0544 34752
danza@idadance.com

 


INFORMAZIONI SULLA FIERA

logo-dif bianco

www.danzainfiera.it
Tel +39 0574 575618
info@danzainfiera.it

PRENOTAZIONI ALBERGHIERE

Tel +39 055 211528
hotels@danzainfiera.it

 


#expressionIDA2019

 

 

SEDE DEL CONCORSO

Firenze, Viale Filippo Strozzi
Fortezza da Basso
(PADIGLIONI “Nazioni” e ”Basilica”)
c/o Danzainfiera


PARTNER

 

loghi-ASI

In collaborazione con A.S.I. Ente di promozione sportiva legalmente riconosciuto da C.O.N.I. e Ministero dell’Interno e aderente al Sistema di Qualifica SNaQ.

Partecipare al concorso internazionale di danza “Expression”, contribuisce al raggiungimento degli scopi statutari – la promozione della danza – per le scuole costituite come Asd - Associazioni sportive dilettantistiche.


Servizio fotografico a cura di DS Photo:
www.dsphoto.it

 

CONTATTI

IDA International Dance Association
Via Paolo Costa 2, 48121 Ravenna (RA)

E-mail : danza@idadance.com

Tel: 0544/34124

Fax: 0544/34752


CONTACT